TRASFORMAZIONE DIGITALE E LIBERI PROFESSIONISTI

TRASFORMAZIONE DIGITALE E LIBERI PROFESSIONISTI

Cos’è la trasformazione digitale e come cambia la nostra professione di liberi professionisti

La trasformazione digitale è un cambiamento di paradigma nella nostra società. È la semplificazione della quasi totalità dei processi, riduce gli errori e le ripetizioni delle attività manuali. A cosa porta concretamente? Maggiore produttività, miglior operatività, riduzione dei costi, guadagno di tempo.
Oggi, per la prima volta nella storia, abbiamo l’opportunità di ridisegnare e migliorare i processi di business e della società utilizzando una combinazione di diverse soluzioni tecnologiche.

L’elenco delle aree coinvolte si allunga sempre di più e tanti sistemi si integrano tra di loro: Automazione, Informatizzazione, Virtualizzazione, Cloud, Mobile, Unified Communication and Collaboration, Internet of Things. Tutti aspetti che vanno sotto al grande nome di “digitalizzazione”.

liberi professionisti e trasformazione digitale

Come tutto ciò può incidere sul lavoro del libero professionista?

Oggi parlare di percorsi applicativi di innovazione e digital transformation, sia per le aziende che per i liberi professionisti, significa riformulare i processi operativi interni, le modalità di interazione con i clienti, progettare nuovi prodotti e servizi digitali, sviluppare capacità di analisi dei dati.
Integrare mondo online ed offline, gestendo nuove infrastrutture e soprattutto servizi ed applicazioni dalle logiche finora inesplorate.

Proprio perché le logiche sono totalmente nuove, ci viene chiesta una caratteristica fondamentale: cambiare paradigma.

Dobbiamo rivederci, osservarci con lenti nuove. Siamo chiamati a rompere con il passato e usare la digital transformation per creare modalità e modelli di business innovativi.

Il cambiamento non è mai facile
Il cambiamento non è mai indolore

Qual è il segreto?

Sviluppare una nuova impostazione mentale, un diverso approccio alla professione, un vero e proprio Digital Mindset specifico, che ci aiuta a semplificare, sistematizzare e rendere più performante la nostra attività lavorativa.

Un nuovo approccio al digitale che trasforma radicalmente la:

  • la gestione del tempo di lavoro
  • la gestione dei carichi di lavoro
  • l’organizzazione del lavoro
  • la gestione della delega
  • la gestione della comunicazione

Gestione del tempo di lavoro

Siamo sempre raggiungibili, sempre contattabili e, chi più e chi meno, abbiamo un certo attaccamento verso le notifiche.
Questo cosa ci porta? Stress, stanchezza, preoccupazioni, in un flusso continuo e una sovrapposizione tra vita privata e vita lavorativa.
Gestione dei carichi di lavoro
Se siamo sempre raggiungibili, siamo sempre pronti per un’urgenza. L’urgenza è una questione estremamente soggettiva. Ma sappiamo che quando il nostro cliente, compagna o compagno, figli, parenti, hanno un’idea, una necessità, una richiesta, allora sono pronti a contattarti e questo diventa un’urgenza, continua.

Organizzazione del lavoro

Vivere in un flusso continuo di urgenza a cosa porta? A non avere il tempo di organizzarsi, siamo sempre di corsa, sempre in ritardo, sempre in affanno. Questo a cosa comporta? Ci riporta al fattore uno: stress. Ma soprattutto ad un senso di insofferenza, di vuoto e poca soddisfazione.

Delega

Le chiavi dell’organizzazione sono gestione delle priorità e delega. Ma la seconda non viene senza una organizzazione chiara, come possiamo chiedere di fare una attività se non sappiamo quell’attività in che direzione va e a cosa porta?

Comunicazione

E se non sappiamo con quali strumenti e metodologia comunicare? Quale vantaggio possiamo portare a casa dal rapporto con i nostri collaboratori, partner, clienti?

Trasformazione digitale e Chief Digital Officer

La storia ci insegna che qualsiasi cambiamento ha con sé la propria cura o almeno un supporto. In questo caso è il Chief Digital Officer.

CDO cosa fa e perché un supporto

Il chief digital officer è un trainer digitale, un manager specializzato nella trasformazione digitale che accompagna aziende, PMI durante il cammino in questa epoca 4.0. Cosa fa uno Chief Digital Officer: pianifica la strategia, definisce gli obiettivi, illustra ed introduce nuovi strumenti, diffonde il Digital Mindset.

Perché come professionista, hai bisogno di un CDO

Uno Chief Digital officer è indispensabile? NO! In teoria neanche una lavatrice è indispensabile, ma sicuramente aiuta a vivere meglio, giusto? Ecco, avere una guida per attraversare la selva della Trasformazione digitale sicuramente aiuterà Te, libero professionista, a vivere meglio, ma soprattutto ti supporterà nello sviluppare lo strumento fondamentale per affrontare il cambiamento: l’approccio mentale, il mindset.

Per questo Surf Digital ha specializzato i propri CDO nella cura delle esigenze specifiche del professionista, creando la figura del Surf Digital Trainer.

L’impostazione mentale la chiave per affrontare il cambiamento

Il mindset, l’atteggiamento mentale con cui affrontiamo le nuove sfide è di due tipologie:

  • Mentalità statica (“fixed mindset”).
  • Mentalità dinamica (“growth mindset”).

Mentalità statica (“fixed mindset”).

Chi ha un approccio statico è convinto che abilità come l’intelligenza, la creatività o la forza di volontà, siano delle doti innate, una dotazione che ci è stata data alla nascita e quindi il successo è la naturale conseguenza di abilità innate.

Mentalità dinamica (“growth mindset”).

Chi ha un mentalità dinamica è convinto che non esistano abilità innate e che pratica, sacrificio e volontà sia l’unica strada per far fiorire il nostro reale potenziale e quindi il successo è la naturale conseguenza del proprio impegno.

Super notiziona: Ognuno di noi può sviluppare una mentalità dinamica.

Abbiamo il potere del libero arbitrio, di scegliere quale sia la strada da intraprendere per diventare l’idea che abbiamo di noi stessi.

Digital Mindset Plus

L’approccio al digitale è costantemente influenzato da questa mentalità: se crediamo che non abbiamo le doti per comprendere la trasformazione digitale e adattarci, ovviamente il cambiamento sarà più lungo e faticoso.
Per rispondere a questa necessità nasce il Digital Mindset Plus, un approccio semplificato, sistematizzato e personalizzato per diffondere il mindset digitale nel mondo dei liberi professionisti con le loro specifiche esigenze e necessità operative, per dimostrare da subito le potenzialità che realmente può offrire il digitale.

Gli strumenti sono strumenti

Perché ci siamo focalizzati proprio su questo approccio? Perché troppo spesso siamo inondati da strumenti, applicazioni, tecnologie. Un martello serve per un chiodo ma può rompere anche un cocco, è come viene utilizzato e in che contesto è immerso che fa si che lo strumento possa realmente cambiare la realtà.

La foresta delle applicazioni Come scegliere?

Privilegiamo un nuovo approccio: individuare le proprie necessità e costruire il proprio ecosistema digitale così da avere la bussola scegliere le applicazioni e la strumentazione che realmente è utile per le nostre necessità. Solo in questo modo, realmente, tutti gli strumenti lavoreranno per noi e non saremo noi, liberi professionisti, a lavorare per loro. Solo così il digitale diventa un nostro vero alleato.

rivoluzione industriale

Non siamo soli: le quattro rivoluzioni industriali

Perché proprio noi stiamo vivendo questi cambiamenti così difficili?
La storia ci insegna che non siamo soli, anzi.
Abbiamo avuto ben 3 rivoluzioni industriali prima della nostra (per non parlare delle altre avvenute prima ma che non sono legate al concetto di industria)

– La prima rivoluzione industriale è stata quella della macchina a vapore e del carbone: si sviluppò a partire dalla fine del Settecento e caratterizzò gran parte dell’Ottocento;
– La seconda rivoluzione industriale fu quella del motore a scoppio, dell’elettricità, e del petrolio: iniziò, grosso modo, attorno al 1870 e divenne tipica della prima metà del Novecento;
– La terza rivoluzione industriale è quella dell’energia atomica, dell’astronautica e dell’informatica: ha avuto inizio al termine della seconda guerra mondiale.

Tutte queste rivoluzioni hanno portato a dei profondi cambiamenti nel tessuto sociale ed economico. Anche noi siamo chiamati a vivere questo cambiamento, come tanti prima di noi.

Rispetto a questa trasformazione inevitabile tu sei disposto a cavalcare l’onda del cambiamento come un vero Surfista Digitale?

Andrea Bonetti

Dettagli Andrea Bonetti

Primitivo digitale, ha rifiutato per anni la tecnologia per poi innamorarsi della comunicazione, dei processi, dell’innovazione e del digital.

Leggi anche questi articoli:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *