Conosci il tasto pausa della tecnologia digitale?

Conosci il tasto pausa della tecnologia digitale?

È una domanda seria! Per niente uno scherzo.
È una domanda che mi son fatto dopo una giornata (che al giorno d’oggi si definirebbe) strana.

Ora te la racconto. Ti condivido una mia riflessione. E poi ti faccio una domanda (provocatoria).
Salto a piè pari le dinamiche di come mi sia accaduto quello che sto per raccontarti (sono dettagli irrilevanti in questo momento) e passo subito all’essenziale.

Era un giorno come tanti. E come tanti (o troppi) un giorno ricolmo di impegni, scadenze , urgenze, richieste , attività.
Come tanti (o troppi – non mi vergogno nel ripeterlo), un giorno in cui ho pensato: “mi sento confuso , ingabbiato ed in balia delle onde”.

Capita anche a te?

Un giorno come tanti, è vero. Tranne che per un piccolo particolare.

Mi ritrovai per una giornata intera senza essere raggiungibile (via smartphone e computer) e senza essere connesso (ad internet – voglio specificare). Un’intera giornata. Dalla mattina alla mattina successiva.

Hai mai provato a stare un giorno da solo? Dico, veramente solo? Senza nessun contatto col mondo della tecnologia digitale?

Se lo hai vissuto allora puoi capirmi.
Se non lo hai ancora vissuto, ti invito ad immaginarlo nel modo più realistico possibile.

Immagina una situazione in cui sei davvero disconnesso da tutto e da tutti, totalmente in assenza di tecnologia digitale.

Ebbene, se lo hai vissuto o appena immaginato (e se no lo hai fatto ancora chiudi gli occhi per un momento ed immagina) potrai aver provato lo stesso brivido lungo la schiena che ho provato io (una sorta di “orgasmo cerebrale”) , una sensazione di piacere psicofisico, puro benessere.

È come essere catapultati in una nuova realtà priva di tutte le incessanti distrazioni e interruzioni.

Il risultato di quella “strana” giornata?

La sensazione di aver ricaricato davvero le batterie della mente. Essere più rilassato e vigile; più calmo e lucido.
Ed ecco la riflessione: la tecnologia digitale non è necessariamente un inarrestabile e travolgente tsunami.

Può essere controllata se (e quando) vogliamo.
Ti posso assicurare che esiste un tasto “pausa”.

Il tasto pausa ho scoperto essere il mio nuovo modo di vivere il digitale.

E tu, vuoi conoscere il tasto pausa della tecnologia digitale?

Scrivici nei commenti all’articolo compilando il form sottostante oppure lascia un commento nel canale Telegram, dove troverai altri spunti pratici anche su questo argomento.
Per unirti al canale Telegram clicca qui.
Shaka!

Claudio Nappo

Dettagli Claudio Nappo

Avvocato Giuslavorista appassionato di sviluppo personale e di digitale. Con una tendenza - sempre più evidente e preponderante - alla praticità e al digitale per rendere effettivi i vantaggi di un approccio aperto e sistematizzato e semplificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *